Back to homepage

Chi siamo

LE FIGLIE DI MARIA AUSILIATRICE

Figlie di Maria Ausiliatrice salesiane di don Bosco

Una famiglia religiosa che si dedica all’educazione dei giovani, specialmente dei più poveri con particolare attenzione alla condizione femminile.

Ci chiamiamo così perché don Bosco ci ha volute come “un monumento vivo” che racconta nel tempo il suo grazie alla Madonna.
Siamo state fondate nel 1872 a Mornese, Alessandria.

Maria Domenica Mazzarello è stata la pietra miliare scelta da don Bosco per tradurre al femminile la sua intuizione educativa che si caratterizza per uno stile che educa: il Sistema Preventivo.

Lavoriamo nelle scuole, nei Centri Giovanili, nelle parrocchie, in case di accoglienza per minori, nell’animazione del territorio, nell’avviamento dei giovani al lavoro per farli buoni cristiani e onesti cittadini, come dicevano i nostri Santi.

LA NOSTRA STORIA

Il 26 luglio 1951 ha inizio l’attività pastorale-educativa a Pavia, quartiere “Città Giardino” in viale Ludovico il Moro 13.

L’Istituto è stato progettato come un grande complesso educativo a favore della città. Il vescovo Sua Ecc. Carlo Allorio, concedendo il ‘nulla osta’ per l’opera in costruzione, volle che nel progetto fosse incluso un Collegio Universitario.

Oggi la nostra casa anima il Collegio Universitario, la Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria, la Scuola Secondaria di I grado e i Corsi di Formazione Professionale.

IL METODO EDUCATIVO

Il Sistema Preventivo di don Bosco: un patrimonio prezioso

La passione educativa per i giovani, ereditata da don Bosco e da madre Mazzarello, ci impegna ad offrire una forte proposta di educazione capace di orientare la ricerca culturale e la costruzione di personalità libere e responsabili verso orizzonti di senso e di pienezza di vita.

Il metodo educativo salesiano, la cui esperienza pedagogica viene sintetizzata nel trinomio ragione, religione, amorevolezza, anima ogni attività culturale formativa in uno stile di dialogo, di partecipazione e di ricerca, nel rispetto delle più profonde esigenze umane.

Tende a creare un ambiente in cui il giovane si sente amato, riconosciuto e rispettato, soggetto attivo e critico del proprio processo formativo.

Privilegia il rapporto educativo personale, la presenza dell’educatore come espressione concreta di accoglienza, amicizia, capacità di attesa.

Coinvolge la famiglia nell’attività educativa.

Educa all’accoglienza e alla solidarietà, valorizzando il positivo di ogni cultura.

Propone, in clima di rispetto e di libertà, una pluralità di offerte per favorire l’educazione alla fede.

L’istituto Maria Ausiliatrice intende così contribuire col suo impegno pedagogico pastorale allo sviluppo della cultura nelle sue varie espressioni a servizio del territorio e della Comunità ecclesiale.

CHI00
CHISIAMO0
CHISIAMO1
CHISIAMO2